[Ascolti] J.H. Guraj – Steadfast On Our Sand (Boring Machines, 2018)

a2191574469_10

Il cosentino di stanza a Bologna Dominique Vaccaro (il nom de plume fa riferimento a un personaggio della comunità rurale albanese in cui è cresciuto), già con Marcella Riccardi nel progetto Bemydelay nonché titolare di un esordio su Maple Death (Underrated Glances At The Edge Of Town, 2016), è un’anima errante del chitarrismo strumentale, vagando senza meta tra American Primitivism, field recording, manipolazione di nastri e cut-up.

Per il documentario Steadfast On Our Sand del collettivo felsineo Zimmerfrei, girato sull’isoletta olandese di Terschelling, ha emanato questi venti, eterei minuti targati Boring Machines. Quattro tracce perentorie nei titoli ma diafane nei contenuti, ammiccando ad altrettanti immaginari da colonna sonora: Cows trapianta il Ry Cooder di Paris, Texas tra echi Reilly-iani e uccellini cinguettanti; Horses sposa il roots destrutturato di Califone e Cul De Sac; lo slowcore desertico di Men costeggia il Jim O’Rourke acustico; gli otto minuti conclusivi di Island sconfinano in una stasi ambientale di matrice Labradford.

Un po’ troppo evanescente sottratto alle immagini, ma raffinato e godibile, anche grazie a un’incisione calda quanto basta.

Tracklist
1. Cows
2. Horses
3. Men
4. Island

[lo trovi anche su Ondarock]

Un pensiero su “[Ascolti] J.H. Guraj – Steadfast On Our Sand (Boring Machines, 2018)

  1. Pingback: [Live Report] Rhys Chatham @ Freakout (Bologna) 30/09/2017 | WAREHOUSE: SONGS AND STORIES

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...